Lo shop­ping online è una gran brut­ta cosa. Tende a trasfor­mare una per­sona in Becky Bloom­wood nel giro di 2 minuti.

Cerchi, tro­vi ad un prez­zo più bas­so rispet­to al negozio sot­to casa, e tac! Clic­chi il pul­sante e acquisti, anche se la cosa in ques­tione prob­a­bil­mente non ti serve (ma chissà in futuro..), è un doppi­one (ma se il mio si rompe?) o cos­ta trop­po comunque (eh, ma con uno scon­to così..!).

E tut­to per la pos­si­bil­ità di com­prare sen­za alzare il sedere dal­la sedia. Poi chi se ne impor­ta se ci vogliono min­i­mo 2 set­ti­mane per­chè l’or­dine arrivi o se la taglia non è pro­prio quel­la giusta.

L’u­ni­ca soluzione? Non avere sol­di nel­la car­ta di credito.

E sta­vo par­lan­do per espe­rien­za, ve l’assicuro.