Step Up 4: Revolution opening scene

Step Up 4: Revolution opening scene

Se state cer­can­do la comme­di­o­la rosa su cui ver­sare qualche lacrimuc­cia o non amate la dan­za: las­ci­ate perdere, Step Up Rev­o­lu­tion e questo arti­co­lo non fan­no pro­prio per voi. Sono pas­sati 2 anni dall’uscita dell’ultimo capi­to­lo del­la saga (Step Up 3D), ma la costante dimin­uzione di con­tenu­ti cin­e­matografi­ci a favore di più lunghe scene di bal­lo con­tin­ua. E per for­tu­na direi!

I pro­tag­o­nisti di Rev­o­lu­tion sono i Mob, crew di bal­leri­ni cap­i­ta­nati da Sean (Ryan Guz­man) ed Eddie (Misha Gabriel), che attra­ver­so una serie di flash­mob stan­no cer­can­do di vin­cere un pre­mio mes­so in palio da YouTube per far conoscere il pro­prio grup­po in tut­ti gli Sta­ti Uni­ti. Si trovano però a dover com­bat­tere al con­tem­po con­tro Mr. Ander­son (Peter Gal­lagher), mag­nate che arri­va da fuori cit­tà per abbat­terne il quartiere. Il caso vuole che la figlia Emi­ly (Kathryn McCormick) sia una bal­le­ri­na in cer­ca di ispi­razione, e si ritro­vi ad avere a che fare pro­prio con la crew, infat­uan­dosi pro­prio di Sean.

Insom­ma, la soli­ta sto­ria tri­ta e ritri­ta. Com­bat­ti per la tua gente, infran­gi le regole e nel frat­tem­po innamorati.

Per for­tu­na le scene di questo genere non sono tan­tis­sime, e sem­bra­no servire sola­mente a riem­pire i buchi las­ciati tra una core­ografia e l’altra.

Da questo pun­to di vista però il risul­ta­to è eccezionale, dai sin­goli pas­si, agli effet­ti scenografi­ci, all’ideazione stes­sa. Il 3D è inoltre notevol­mente miglio­ra­to rispet­to al prece­dente, risul­tan­do più flu­i­do e meno fas­tidioso per chi come me deve uti­liz­zare anche occhiali o lenti a con­tat­to.

Men­zione d’onore anche per i brani scelti, che si stac­cano un po’ dagli altri Step Up per puntare di più sull’elettronica, soprat­tut­to sul­la dub­step (Skrillex-mania?)

Ryan Guzman

La pun­ta di dia­mante però è lui: Ryan Guz­man. Da solo vale il prez­zo dell’intero bigli­et­to (anche se risul­ta a volte ridi­co­lo, se si nota il numero di occa­sione durante il film in cui si sfi­la la maglia). Ex mod­el­lo di Calvin Klein e Armani, attuale fidan­za­to del­la star­lette Dis­ney Ash­ley Tins­dale, sem­bra essere il can­dida­to più accred­i­ta­to per la parte di Chris­t­ian Grey nel­la traspo­sizione cin­e­matografi­ca di 50 sfu­ma­ture di Gri­gio.

Il libro non sono rius­ci­ta a finir­lo, ma per lui un eccezione la farei di sicuro.

[nggallery id=19]

advert-image