Con l’arrivo dell’Autun­no è sem­pre bene fare un pas­sag­gio dal par­ruc­chiere: non solo per rav­vi­vare un taglio che ormai ha per­so la sua for­ma, ma anche per man­tenere la salute dei capel­li, che con il fred­do ten­dono a sfi­brar­si e a for­mare tan­tis­sime doppie punte.

Jean Louis David ha scel­to come con­cept del­la sua collezione Autun­no Inver­no 2015–2016 One Day In The City: la gior­na­ta di una don­na met­ro­pol­i­tana, dis­in­vol­ta e sen­suale, che riesce a calamitare l’attenzione anche in mez­zo a mille altre.

Le lunghezze medie sono sicu­ra­mente il must del­la sta­gione: sca­lati con pie­ga bon ton o spet­ti­nati, illu­mi­nati da colpi di sole e dec­o­rati da trec­cine per un look più par­ti­co­lare. #short­hair­dont­care: avete nota­to quante star sono pas­sate al bob negli ulti­mi mesi? Io stes­sa dubito tornerei a lunghezze che super­a­no le spalle, la comod­ità di un caschet­to lun­go è vera­mente incom­pa­ra­bile.

Per il taglio lun­go l’innovazione è invece il col­ore: le radi­ci restano nat­u­rali, men­tre le lunghezze subis­cono una schiar­it­u­ra del­i­catis­si­ma su cioc­che extralarge, dall’etereo nome Snow Flake Effect. Lo styling è adat­to a tutte: lis­cio per­fet­to oppure mosso leg­gero cre­ato con uno spray tex­tur­iz­zante, come quel­lo pro­pos­to l’estate scor­sa per le beach waves.

Quale preferite tra tut­ti i tagli #One­DayInTheCity pro­posti?

advert-image