Dall’alto del mio pal­lore nordi­co ho sem­pre evi­ta­to di uti­liz­zare autoab­bron­zan­ti sul viso, impau­ri­ta che l’effetto potesse essere un’aranciato acce­so, un’insieme di mac­chie o una copia mal rius­ci­ta delle per­son­agge assurde del Jer­sey Shore. Giammai.

Mi sono però las­ci­a­ta tentare dal­la PR di Vita Lib­er­a­ta, quan­do mi ha pro­pos­to di provare Trystal3 Min­er­als, una cipria min­erale con prin­cipi autoab­bron­zan­ti. Anche se ques­ta è la definizione uffi­ciale di Sepho­ra, per­sonal­mente la indicherei più come una ter­ra: avete mai vis­to una cipria col­or caramel­lo?

DSC03749

Trystal3 Min­er­als può essere appli­ca­ta in diverse modal­ità: sopra il truc­co come una nor­male ter­ra, sul viso puli­to per un effet­to nat­u­rale (sen­za uti­liz­zare altro make­up viso ovvi­a­mente!) oppure in pun­ti pre­cisin per il con­tour­ing. Ques­ta terza modal­ità è quel­la che preferisco: pur aven­do scel­to Sunkissed, la tonal­ità più chiara, la nuance rimane vera­mente trop­po scu­ra rispet­to al mio vis­to, anche ora che un po’ di sole l’ho pre­so.

Per il con­tour­ing diven­ta invece il prodot­to per­fet­to per l’estate: la tonal­ità è cal­da, ma non trop­po da risultare aran­ci­a­ta, e il kabu­ki parte del pac­chet­to è del­la dimen­sione gius­ta per scolpire gli zigo­mi. La pol­vere è inoltre sfum­a­bilis­si­ma, bas­ta solo prestare atten­zione a prel­e­vare poco prodot­to alla vol­ta.

vita-liberata

Ho let­to altre blog­ger lamen­tar­si del­la breve dura­ta dell’effetto autoab­bron­zante, lim­i­ta­to a una gior­na­ta invece che 5 come promes­so da Vita Lib­er­a­ta. Nel mio caso, per quan­to si trat­ti di un’applicazione local­iz­za­ta, l’effetto è invece dura­to quan­to promes­so, nonos­tante le mille doc­ce al giorno di questo cald­is­si­mo Luglio. Mer­i­to forse del pal­lore spet­trale?

advert-image