Skincare Routine: Lancome Visionnaire + Shiseido Ultimune

Di skin­care nel­l’ul­ti­mo anno vi ho par­la­to spes­so: Clar­ison­ic e il sapone liq­ui­do Clin­ique con­tin­u­ano a rimanere i fon­da­men­ti del­la deter­sione, Youth Lib­er­a­tor di YSL la maschera per i momen­ti crit­i­ci, ma anco­ra non è sta­to toc­ca­to (se non leg­ger­mente) l’ar­go­men­to creme e sieri.

Dal­la fine di quest’es­tate, gra­zie a Pro­fumerie Sab­bioni e Shi­sei­do, ho avu­to modo di provare due prodot­ti nuovi, decisa­mente più speci­fi­ci rispet­to a quel­li a cui ero abit­u­a­ta fino a quel momen­to. Per­ché ne par­lo solo ora? Ragione sem­pli­cis­si­ma: sono con­vin­ta che siano nec­es­sari almeno un paio di mesi per testare l’ef­fi­ca­cia di un prodot­to viso, e con tesi e lau­rea di mez­zo il peri­o­do autun­nale non era cer­to il più indi­ca­to per una pri­ma pro­va. Quin­di ecco­ci qua, dopo 2 mesi autun­nali super-stres­san­ti e 2 mesi inver­nali decisa­mente più rilas­san­ti.

Shiseido Ultimune - Siero Viso - Lab SampleShi­sei­do Ultimune è forse uno dei prodot­ti di skin­care più inno­v­a­tivi degli ulti­mi anni: agisce sul sis­tema immu­ni­tario, più pre­cisa­mente sul rap­por­to tra le cel­lule di Langer­hans e le fibre ner­vose. Cosa sig­nifi­ca? Sem­plice­mente che pelle ed emozioni sono forte­mente con­nes­si, e che molti inestetis­mi derivano dal­lo stress. Sem­bra un’af­fer­mazione lapalis­siana, ma fino al 1993 non era anco­ra sta­ta sci­en­tifi­ca­mente prova­ta.

Ultimune agisce diret­ta­mente sulle cel­lule di Langer­hans, attra­ver­so un com­p­lesso botan­i­co a base di Gingko, Shiso giap­ponese e Timo aro­mati­co, che aiu­ta la pelle a raf­forzarsi e pro­tegger­si dal­l’in­ter­no.

Si trat­ta di un siero, da appli­care (con par­si­mo­nia!) dopo la deter­sione ma pri­ma del­la pro­pria cre­ma da giorno o notte.

Il risul­ta­to è ben vis­i­bile fin dal­la pri­ma set­ti­mana: è facile notare come la cre­ma ven­ga assor­bi­ta più velo­ce­mente e come la com­parsa di bru­fo­let­ti sia decisa­mente minore.

(Pic­co­la nota: la con­fezione qui sopra è un lab sam­ple; il pack­ag­ing in com­mer­cio è decisa­mente più d’im­pat­to!)

Crema viso Lancome Visionnaire - Vasetto Travel Size aperto

Vision­naire è forse la lin­ea viso più conosci­u­ta di Lancôme: agisce su rughe, pori e imper­fezioni, ed è adat­ta a diver­si range d’età. Il prodot­to che ho prova­to è la Cre­ma Viso Mul­ti-Cor­ret­trice Fon­da­men­tale, da usare mat­ti­na e sera per rim­pol­pare, ridurre le rughe e ren­dere la pelle più lumi­nosa.

La pro­fu­mazione è grade­volis­si­ma: leg­gera come la fra­gran­za del pout pour­ri che si sen­ti­va un tem­po nelle case delle nonne. Allo stes­so modo è mor­bi­da e leg­gera anche la con­sis­ten­za: bas­ta vera­mente una pun­ta di cre­ma per un’ap­pli­cazione su tut­to il viso, e l’as­sor­bi­men­to è piut­tosto veloce per la sua cor­posità.

In quan­to a risul­tati siamo a due su tre: sì al rim­pol­pa­men­to, sì alla lumi­nosità, no alla riduzione delle rughette. Ho forse bisog­no di qual­cosa di più speci­fi­co? Spe­ri­amo di no. Con­tin­uo però ad uti­liz­zare ques­ta cre­ma (ricom­pra­ta dopo aver fini­to il cam­pi­one) per­ché si è riv­e­la­ta essere un otti­mo alleato durante l’in­ver­no: las­cia la pelle idratatis­si­ma, molto di più rispet­to a quelle provate fino­ra.

advert-image