[twitter]Era da tem­po che cer­ca­vo una gui­da sui diver­si effet­ti finali che uno smal­to può avere, per­chè spes­so essendo i ter­mi­ni in inglese è dif­fi­cile capire le sot­tili dif­feren­ze che si pos­sono trovare tra uno e l’al­tro.
Vi siete mai chi­este acqui­s­tan­do online per esem­pio che cosa sig­nifi­cas­se “frost”, oppure “shim­mer”? Ecco, ques­ta gui­da ha lo scopo di spie­gar­lo! Non si trat­ta di un lavoro esten­si­vo, ma solo delle cat­e­gorie prin­ci­pali, messe insieme leggen­do descrizioni qua e là. Spero vi sia utile comunque!

Creme Nail Polish (accidiosav guide)

E’ il fin­ish più “anti­co” che ci sia. E’ infat­ti quel­lo che si ritro­va nel­la mag­gior parte degli smalti monocro­mati­ci: l’ef­fet­to finale è lis­cio e luci­do, e la con­sis­ten­za del­lo smal­to è cre­mosa. Se lo smal­to è di qual­ità il pen­nelli­no non dovrebbe las­cia­re strisce sul­l’unghia.
Una sot­to­cat­e­go­ria è quel­la dei “jel­ly”, smalti dal­la con­sis­ten­za più sim­i­le a gelati­na, che risul­tano molto più luci­di e sono soli­ta­mente col­ori chiari.

Neon Nail Polish (accidiosav guide)

Molto sim­i­le al creme, se non fos­se per la bril­lantez­za del col­ore, che in questo caso è por­ta­ta al lim­ite. I col­ori sono sem­pre molto acce­si, qua­si si trat­tasse di evi­den­zi­a­tori.
Dopo la moda lan­ci­a­ta da Rihan­na nel 2009 Essie, Chi­na Glaze e Bar­ry M han­no cre­ato delle linee con­te­nen­ti questo tipo di smal­to, ma data la ridot­ta porta­bil­ità sono state ben presto dimen­ti­cate.

Frost Nail Polish (accidiosav guide)E’ un tipo di fin­ish che sta per­den­do popo­lar­ità negli ulti­mi tem­pi, a causa delle “pen­nel­late” vis­i­bili. Il sig­ni­fi­ca­to let­terale è “cristal­liz­za­to”, e l’ef­fet­to è pro­prio quel­lo che si vedrebbe se lo smal­to fos­se cop­er­to da una pati­na di ghi­ac­cio. I glit­ter non sono vis­i­bili ma i rif­lessi sono comunque pre­sen­ti.
La collezione Vin­tage Vix­en di Chi­na Glaze pre­sen­ta qua­si solo smalti di questo tipo, dai quali però è sta­to elim­i­na­to il prob­le­ma delle pen­nel­late. In molti però ten­dono a definir­li shim­mer piut­tosto che frost.
Creme Nail Polish (accidiosav guide)

E’ la ver­sione attual­iz­za­ta del frost. I microglit­ter sono vis­i­bili ad occhio nudo, ma lo smal­to rimane “lis­cio” e sen­za pen­nel­late vis­i­bili. La mag­gior parte degli smalti shim­mer han­no il microglit­ter argen­ta­to o dora­to, ma sem­pre più spes­so si vedono con­trasti tono su tono come in ques­ta immag­ine.
Una sot­to­cat­e­go­ria è quel­la dei “metallics”, for­ma­ta da tut­ti i col­ori che dan­no il col­ore per l’ap­pun­to di un met­al­lo, quin­di nero, bron­zo, gri­gio e oro. Un esem­pio di questi ulti­mi è la collezione Metallics di Essence.

Neon Nail Polish (accidiosav guide)

Si trat­ta del fin­ish più bril­lante in asso­lu­to. La mag­gior parte delle volte i glit­ter sono con­tenu­ti in una base traspar­ente dal­la con­sis­ten­za sim­i­le alla gelati­na, e sono nec­es­sari più strati di col­ore per ottenere una copren­za totale. In caso con­trario questo genere di smal­to può essere uti­liz­za­to come top­coat per creare effet­ti par­ti­co­lari. I più famosi in ques­ta cat­e­go­ria sono gli OPI.
Soli­ta­mente per avere un effet­to luci­do e lis­cio è nec­es­sario uti­liz­zare un top­coat.

Frost Nail Polish (accidiosav guide)Pur facen­do parte dei glit­ter questi smalti for­mano una cat­e­go­ria a sè. I bril­lan­ti­ni con­tenu­ti in essi infat­ti han­no tonal­ità diverse, che for­man­do una sor­ta di arcobaleno dan­no rif­lessi diver­si in base al modo in cui ven­gono col­pi­ti dal­la luce.
Una ver­sione par­ti­co­lare è l’holo­graph­ic glit­ter, molto più rado e meno vis­i­bile, da uti­liz­zare soli­ta­mente come top­coat (un esem­pio è il Wire­less Holo­graph­ic di Chi­na Glaze).
Il mar­chio più impor­tante per ques­ta cat­e­go­ria è la Gosh.
Creme Nail Polish (accidiosav guide)Let­tera­mente sig­nifi­ca “bicro­mati­co”: questi smalti infat­ti (soli­ta­mente shim­mer) sono for­mati da due diver­si col­ori, che sono vis­i­bili in base al rif­lesso del­la luce. Sono sta­ti ripor­tati alla rib­al­ta la pri­mav­era scor­sa con la collezione Rever­ie di Zoya, e questo autun­no dal­la lin­ea make­up di Acces­sorize. Neon Nail Polish (accidiosav guide)Gli smalti iri­des­cen­ti sono molto sim­ili ai duochrome, ma l’ef­fet­to è decisa­mente meno vis­i­bili. Un col­ore infat­ti è la base, che viene vista in ogni momen­to, men­tre l’al­tro è sola­mente un rif­lesso. Gli smalti così sono pochi (un esem­pio è Scrang­ie di Res­cue Beau­ty Lounge), ma l’ef­fet­to può essere ottenu­to gra­zie a diver­si top coat, come quel­li del­la lin­ea Effect di CND. Frost Nail Polish (accidiosav guide)I col­ori mat­te, o opachi, sono il trend di quest’an­no, sdo­gana­to dal top coat Mat­te About You di Essie, e pros­e­gui­to da un’in­tera lin­ea di Zoya e Rim­mel.
Se con­tengono glit­ter (anch’es­so semi-opa­co però) ven­gono defin­i­ti suede.
advert-image