Il giochi­no in ques­tione è vec­chiot­to ormai, ma mi è sta­to manda­to via mail (anon­i­ma tra l’altro.. bah) ieri sera. Vis­to che non ho niente da fare (dovrei stu­di­are, ma det­tagli) e sono in fib­ril­lazione in atte­sa del cor­riere che mi porterà il Mile­stone, sfrut­to qualche minuti­no per far­lo!

Per chi volesse far­lo le regole sono queste: postare 10 cose che non si sono mai dette nel blog su sè stes­si, una foto (preferi­bil­mente ritrat­to) e tag­gare altre per­sone. Nel mio caso tag­go le mie blog­gh­ine preferite: Mar­ty, Glo­ria, Sarin­s­ki e Lizzie.

  1. Che fos­si un po’ nerd (me lo sen­to ripetere stes­so) l’avrete già capi­to da parec­chio, ma in pochi san­no che ho un abbona­men­to bien­nale a Wired, che inten­do rin­no­vare prossi­ma­mente per altri due. La riv­ista è fan­tas­ti­ca e bat­te i vari Van­i­ty Fair, Vogue ed Elle nel mio pic­co­lo mon­do. Una sola doman­da: per­chè non la smet­tono di dir­mi “Ma non è un gior­nale da ragazze, cosa te ne fai”??
  2. Sono curiosa fino al midol­lo. Quan­do si avvic­i­na il mio com­plean­no inizio a tor­tu­rare la gente per sapere cosa mi ha regala­to, e a Pasqua da bam­bi­na addirit­tura apri­vo le uova una set­ti­mana pri­ma per sco­prirne la sor­pre­sa, per poi richi­ud­er­le con acqua e zuc­chero. Con me il det­to La curiosità uccide non ha pro­prio pre­sa, e ci son poche cose che mi irri­tano come le notizie date appos­ta a metà, per creare sus­pance.
  3. Di notte fac­cio moltissi­ma fat­i­ca a dormire se non ho nul­la da abbrac­cia­re. A casa soli­ta­mente ho il peluche di Win­nie The Pooh che M. ha vin­to per me, ma altrove non mi fac­cio prob­le­mi comunque: pos­so dormire sen­za cop­er­ta o cus­ci­no e abbrac­cia­re quel­li, ma sen­za pro­prio non ci sto.
  4. Sono leg­ger­mente logor­roica, cosa che fa impazz­ire M., i miei ami­ci, e soprat­tut­to mio fratel­lo (non l’ha mai det­to, ma glielo si legge in fac­cia!). E’ che pro­prio fac­cio fat­i­ca a stare zit­ta..
  5. Nonos­tante fos­si la solista del coro dei bam­bi­ni da pic­co­la, e adori cantare, ho gravi dif­fi­coltà a far­lo in pub­bli­co. Adoro il karaoke, ma per iniziare a cantare ho bisog­no di qual­cuno che duet­ti con me e di un’ingente dose di alcool.
  6. Ulti­ma­mente sto diven­tan­do smal­to-dipen­dente. Sono arriva­ta ad averne una venti­na solo di nuovi, in con­tin­ua asce­sa, e a cam­biare col­ore alle unghie prati­ca­mente ogni due giorni. Se poi ci con­ti­amo anche i prodot­ti Kon­ad e tut­ti i dis­eg­ni che è pos­si­bile fare con essi siamo a pos­to..
  7. Tre sono le cose a cui farei vera­mente fat­i­ca a rin­un­cia­re: sigarette, Coca Cola e caf­fè (in questo ordine).
  8. Ho il vizio di com­prare più lib­ri per vol­ta, cre­an­do­mi come ora una coda bel­la lun­ga di titoli in atte­sa. Questo si riper­cuote nel leg­gere velocis­si­ma, qua­si divo­ran­do il libro, per arrivarne alla fine e iniziarne un altro. Purtrop­po questo non fa altro che far­mi dis­per­are alle ultime pagine, per­chè mi ren­do con­to di non esser­mi godu­ta la let­tura come avrei dovu­to.
  9. Il mio arma­dio è per il 90% nero: magli­ette, maglioni, pan­taloni, tut­to. La cosa assur­da è che per una cosa col­orata che pren­do per cam­biare questo fat­to, ne com­pro almeno 2 nere. Non ho mai capi­to il per­chè!
  10. Se non scri­vo impazz­is­co. Che sia il blog, la mole­sk­ine, face­book, il quader­no degli appun­ti dell’esame che sto preparan­do. Ho bisog­no di gettare fuori tut­to quel­lo che mi pas­sa per la tes­ta.

Ovvi­a­mente se chi non è tag­ga­to lo fa, mi man­di il link che sono curiosa :)

advert-image