Se c’è una cosa che mi piace sono le t‑shirt a stampe tipo anni ’80, e nel­l’ul­ti­mo paio d’an­ni se ne sono viste di bel­lis­sime, con un fiorire di design­er vera­mente bravi. Una delle mie preferite è Gior­gia Capac­ci­oli, con il suo sito Style For Style. (un esem­pio è quel­la qui sopra, che si chia­ma Idol e cos­ta 36 euro)

Le sue tee sono diven­tate in un lam­po il must-have delle fash­ion blog­ger, dal­la bion­da più ama­ta d’I­talia ad altre espo­nen­ti più mod­erne. Bene, ques­ta cosa è servi­ta a Gior­gia per far­si conoscere di più? Si, ma nel frat­tem­po c’è sta­to qual­cuno che se ne è bas­sa­mente approf­itta­to.

Le magli­ette qui sopra infat­ti, per quan­to siano iden­tiche alla Idol e alla Fash­ion­ista, non sono del­la lin­ea di Gior­gia, ma del­la collezione nuo­va di Sub­Dued. Com’è pos­si­bile? Copiando copiando copiando. Per­chè pagare infat­ti i pro­pri design­er, quan­do si può girare in rete e ripro­durre in serie, sen­za spendere prati­ca­mente nul­la? Sarebbe vera­mente stu­pido. Se poi si las­cia perdere il Made in Italy e si pro­duce il tut­to ad un ter­zo del cos­to in Asia anco­ra meglio.

Ma io mi dico, in che raz­za di mon­do vivi­amo? E’ tut­to un copi­are e taroc­care. Tra i vari design­er, e ora anche tra gran­di marchi e design­er. Come pen­si­amo di inno­var­ci e dare spazio ai gio­vani, se l’u­ni­ca cosa che i “gran­di” fan­no è ter­ra bru­ci­a­ta intorno?

Spero che Gior­gia in qualche modo si fac­cia valere, per­chè questo mi pare pro­prio fur­to di opera di ingeg­no. Non potreb­bero neanche dire che è sta­to il con­trario, vis­to che le sue t‑shirt sono in giro da più di un anno..

Images © Style For Style
advert-image