Innanz­i­tut­to par­to col dire che in questo post non ci saran­no nomi. Qual­cuno capirà a chi (e ovvi­a­mente non si trat­ta solo di una per­sona) mi riferisco, e qual­cun altro si sen­tirà pre­so in causa. Come l’altra vol­ta anche qui vor­rei solo riflet­tere su un fat­to, sen­za attac­care pro­prio nes­suno in par­ti­co­lare. [anche per­chè per far­lo dovrei fare vera­mente tan­tis­si­mi nomi]

Quel­lo che mi sto chieden­do da tem­po è: per­chè tante auto­procla­mate­si fash­ion icon con­tin­u­ano a definire “vin­tage” borsette e scarpe false, a “dimen­ti­car­si” di tag­gare altri ogget­ti di marche mag­a­ri semi­sconosciute, e cose sim­ili? Si ver­gog­nano? Han­no pau­ra di perdere la loro “posizione” se indos­sano qual­cosa che costi meno del­lo stipen­dio medio di un’impiegata?

Pro­prio non capis­co.

Ti cre­di una fash­ion icon, forse per­chè in tan­ti seguono il tuo blog, forse per­chè qual­cuno ti ha con­vin­ta, non lo so, cer­co di immedes­i­mar­mi.. non cre­di che sia meglio dire le cose come stan­no? Io sono con­vin­ta che non ci sia niente di male ad usare capi che non escono dalle più gran­di botique d’Italia. Cer­to sapere di avere una vera Balen­ci­a­ga, o una Chanel, o un paio di Louboutin fa il suo effet­to, ma si trat­ta di una cosa per­son­ale, non di un qual­cosa da mostrare al mon­do. Dire ad una per­sona “Mi sono com­pra­ta una borset­ta da 700 euro” che sen­so ha? Mag­a­ri proverà invidia in un pri­mo momen­to, ma passerà subito a pen­sieri del tipo “Ma quan­to se la tira??”.

Che poi scusate.. non cre­dete che una per­sona, una cosid­det­ta fash­ion icon, pos­sa creare il suo stile anche a bas­so prez­zo? Cer­to l’oggetto in sè serve, ma se man­ca tut­to il resto..

advert-image